Le nostre torrefattrici a legna

Le tradizionali torrefattrici alimentate a legna utilizzanti calore diretto e irraggiamento, con presenza di mattoni refrattari posizionati sotto il tamburo, erano estremamente difficili da controllare, dal momento che il processo di torrefazione veniva costantemente influenzato dalla temperatura dell’ambiente di torrefazione, dalla qualità del legno utilizzato e soprattutto dall’inerzia termica.

La serie torrefattrici a legna IMF trasferisce il calore prodotto dalla combustione del legno ai chicchi di caffè in maniera indiretta, generando aria calda pulita intorno ai 600°C di temperatura. Quando il legno raggiunge tale temperatura, i gas contenuti al suo interno vengono rilasciati e si crea la fiamma, riducendo la quantità di fumo trasferita al caffè.
600° C sono naturalmente troppi per torrefare il caffè, per questo il sistema Vortex brevettato da IMF mescola il flusso di aria calda con l’aria fredda dell’ambiente, attraverso una valvola modulare controllata da PLC, per ridurre la temperatura esattamente a quella necessaria per la torrefazione.

Questo significa che l’operatore può aumentare o ridurre il calore in ogni momento del processo di torrefazione e in pochi secondi, evitando che il sistema venga influenzato dall’inerzia termica. Qualcosa che non era mai stato possibile fare utilizzando torrefattrici a legna.

IMF è riuscita a combinare con successo la fonte di calore più utilizzata di un tempo, il legno, con il sistema brevettato Vortex, integrando torrefazione tradizionale e tecnologia inedita.

Grazie alla conoscenza del processo di torrefazione da parte della Ricerca&Sviluppo, IMF è ora in grado di fornire modelli di torrefattrici a legna su misura.